lunedì 1 giugno 2009

Il naturale dissolvimento dei cumuli

In risposta a questo video che vorrebbe dimostrare l'artificiale distruzione dei cumuli per opera di aerei chimici vi propongo questa sequenza di circa 5 minuti che testimonia invece la completa normalità del fenomeno. Per un approfondimento più specifico vi invito a leggere gli articoli sui blog di Orsovolante e Nico.

67 commenti:

Riccardo ha detto...

Che l'autore del video originale avesse toppato, era chiaro. D'altra parte, se si leggono i suoi commenti al video, si vede che non ha la più pallida idea di cosa sia una nuvola, da cosa sia formata, eccetera.
Che l'abbiano ripreso i fratelloni sanremesi, invece, che dicono di essere tanto esperti sia di nuvole che di misurazione di distanze, dimostra una chiara malafede.

Nico ha detto...

Ottimo, ora ti linko sul mio post.

Intanto vi linko anche questa.. :D

http://tinyurl.com/knlr89




captcha: jeatina (a pare veneto cio')

Nico ha detto...

per il video, ci sarebbe stato bene alla fine farlo rivedere a 4x di velocità.. che risalta meglio.

MarcoVi ha detto...

@Riccardo
concordo pienamente

@nico
ho preparato il video ieri sera ed ero un pò provato dalla bella giornata passata in compagnia di amici ;-)

Nico ha detto...

Ma va'??? :P

Orsovolante ha detto...

bel video.

Chi non è volovelista non si immagina nemmeno la frustrazione che si prova quando, lasciata una termica, si plana fiduciosi verso un cumulo per poi ad un certo punto vederselo svanire.

Tra l'altro molti di voi stanno realizzando dei filmati molto belli sul cielo.
Fantastici quelli di Riccardo su vimeo.

http://www.vimeo.com/4841533

Meriterebbero quasi una raccolta sistematica.

Riccardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Riccardo ha detto...

Grazie per il complimento, Orso!

Ricordo che il filmato del giorno è sempre disponibile a questo link, e che da marzo in poi ho tenuto tutte le registrazioni. Se vi servono, o se volete pubblicarle, basta chiederle.

E osservo anche che ogni giorno è diverso. Stamattina, per esempio, alle 06:42 si è "spenta" una nuvoletta.

frankbat ha detto...

@orsovolante,
da volovelista/passeggero (grazie a mio padre, volovelista VERO) capisco il senso delle tue parole.
Ci stai quasi per arrivare, e il foXXuto cumulo sparisce, MAPPORCAXXXXX!
Eppure e' normale, l'atmosfera e' fatta cosi'!

gg ha detto...

tankerone chimico invisibile?

Nico ha detto...

gg, si.. wonder woman ce lo invidia da morire.. :P

Skeptic ha detto...

Che tu fossi un disinformatore si sapeva, e secondo me ieri eri anche in preda ai fumi dell'alcol :-)

Nico ha detto...

Quante falsità.. non ero "in preda".. li soggiogavo senza problema quei fumi.. :D

AMD ha detto...

Sabato 30 Maggio 2009, hh:13.30 circa, riviera nord di Pescara;
avvistato RAGGIO NERO, direzione SW-NE, esteso da orizzonte a orizzonte, a perdita d'occhio, perfettamente dritto, cielo praticamente terso, coincidente con un brevissimo segmento di scia effettuato qualche secondo prima della sua apparizione, durata di tale raggio - non più di 30 secondi, n° 3 testimoni oculari compreso il sottoscritto.

AMD ha detto...

Insomma, c'è qualche sciacondensista o volovelista o prof di cibernetica/robotica che si sente di fornire una spiegazione (supportata dal buonsenso) al RAGGIO NERO di cui sopra??

PS: a scanso di ogni fraintendimento - è ovvio - devo precisare che non si trattava assolutamente di un'ombra.

Nico ha detto...

Ma di cosa??? Io devo capire cosa TU hai visto???

Porta delle foto, un video.. il tuo tasso alcolemico del giorno, che ne so.. ma così cosa pretendi?


E poi, invece di portare domande sempre e comunque, un po' di prove, analisi fatte in modo accertabile, insomma le cose che servono.

AcarSterminator ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AcarSterminator ha detto...

PS: a scanso di ogni fraintendimento - è ovvio - devo precisare che non si trattava assolutamente di un'ombra.

Era un'ombra.
;-)

Riccardo ha detto...

Io invece non sono affatto convino che si trattasse di un'ombra. Propenderei invece, dopo avere ben analizzato i fatti e soprattutto la documentazione prodotta, per l'ipotesi di un'ombra.

AMD ha detto...

Spiacente Prof...
...la tua spiegazione(insieme a quelle del simpaticone Nico - uè, simpaticò, cum'a stì??? - e dello sterminatore di acari) non è supportata dal "buon senso", quindi va semplicemente rigettata.

Alle prossime, Prof.

Nico ha detto...

AMD, sei criptico.. perchè mi parli in napoletano? Non sono rosario, giuro. ;-)

Riccardo ha detto...

Già, ma bisognerebbe avercelo, il buon senso...

Le nuvole non fanno ombra?

E, come dice Nico, il tasso alcolemico a quanto stava?

AMD ha detto...

Professò, professò, perchè mi scadi in questo modo??..quasi quasi mi ricordi quell'altro professò sul Ponente ligure..
..hai mica paura dei raggi neri?? Io no.

MarcoVi ha detto...

Oddio oddio...ho appena visto l'organigramma del comandante...

AMD ha detto...

http://lakeloop.blogspot.com/2008/10/skywatch-friday-black-beam.html

Riccardo ha detto...

Appunto. E' un'ombra, anche se quei quattro imbecilli che commentano in quel blog non lo hanno capito. Mai sentito parlare di pulviscolo atmosferico?

MarcoVi ha detto...

@amd

anche per me si tratta dell'ombra.

Vedi qui:

http://www.scwxa.org/contrailproof15.jpg

AMD ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
MarcoVi ha detto...

RIPORTO IL COMMENTO DI AMD CHE HO CANCELLATO PRIVO ESCLUSIVAMENTE DELLE PARTI CHE RITENGO INUTILI ALLA DISCUSSIONE


AMD ha detto:

Spiacente, abbiamo punti di vista differenti, anzi, proprio una percezione della realtà differente.

Questa qui sotto di sicuro non è un'ombra, ed è esattamente quello che abbiamo visto in tre quella mattina, in un cielo praticamente terso:

http://farm1.static.flickr.com/103/289655789_555a539fba.jpg?v=0

Cercate pure "black beam", di testimonianze analoghe alla mia se ne trovano a bizzeffe.

Riccardo ha detto...

Potevi anche lasciarlo, così tutti avrebbero visto con che gente abbiamo a che fare.

Io ho un video in cui si vede benissimo addirittura l'ombra che passa sull'osservatore, ma non sto neanche a perdere il tempo per cercarlo, a meno che non me lo chieda qualcuno dotato di un minimo di intelligenza e che non ami crogiolarsi nella propria ignoranza.

AMD ha detto...

Ti prego, ti supplico, prof, posta questo tuo video, non lasciarmi marcire nella mia stupidità...non farmi diluire nella mio mare di ignoranza (e di alcol)...sennò poi, ecchecavolo, e con che razza di gente abbiamo a che fare su internet - non lasciarmi così appeso alle tue labbra, illumina le tenebre nelle quali mi trovo avvolto, tu, onnisapiente fotografocibernetico ed anche un pò robotico...
..e Spaccarotella dell'autogrill che ha fatto?

@ Marcovi

caro mio, se quella che hai indicato è per te un'ombra - ma scrivi sul serio??? - allora sono sinceramente amareggiato e dispiaciuto per come ti sei appiattito dall'altra parte...altro che ondivago, basculante, eccentrico...O_O...da un eccesso all'altro;
e poi ci vuoi parlare con gli altri 2 testi o no ?!?

AcarSterminator ha detto...

AMD,
hai presente i fasci di luce sparati in cielo la notte dalle discoteche, per esempio.
Quelli li vedi perché il cielo non è vuoto , se lo fosse non vedresti nulla, concorderai su questo.
La stessa cosa, all'opposto, vale per quelle ombre proiettate delle nubi/scie; un cono d'ombra dalla luce solare.
Se fai caso, nella foto del blog che hai postato si nota l'ombra delle piante che fa capire che il sole è proprio basso sulla destra e quindi può proiettare l'ombra.
La seconda foto che hai presentato la ricordo bene, gira da parecchio :)
Ai tempi, per spiegare la stessa cosa, avevo proprio provato a tirare una linea su quella foto per capire la direzione della luce solare. Collegando lo spigolo dell'auto parcheggiata con la propria ombra si ottiene questo:
foto 1.
Ombra proiettata dalla scia che si trova ad essere in linea col sole.
Ombre, come quelle che si possono vedere quando c'è una copertura nuvolosa "bucherellata" come questa che avevo beccato tempo fa:
foto 2.

Fai tu,
Michele.

AMD ha detto...

Rispetto alla foto (ben nota) che ho linkato le condizioni di avvistamento(come ho scritto sin dall'inizio)erano nettamente migliori, cioè sole a picco, cielo praticamente sereno e un tratto di scia molto breve, praticamente un segmento; quindi, se ombra ci doveva essere, questa sarebbe stata sulla mia testa, non all'infinito dietro l'orizzonte, fino in Croazia.
Grazie, Acar, del tempo e dell'attenzione che mi hai dedicato ma, sono spiacente, ciò che ho visto poteva essere qualsiasi cosa tranne quello che scrivi.

Riccardo ha detto...

@acar:
ce ne fosse una, dico una sola di queste foto in cui l'ombra (perché tale è) non è parallela ai raggi del sole...
Basterebbe per smentire il fatto che si tratti di un'ombra. Ma non c'è. No no no.
Ah, anche il laser verde sembra che arrivi fino alla luna... e invece non va oltre 4 chilometri. Parola di straker.

(*) In realtà sono molti meno.

MarcoVi ha detto...

@AMD

sono fortemente convinto che si tratta di un ombra non perchè mi sono convertito ai "condensisti" o nonna papera, ma perchè effettuando delle normali ricerche ho trovato una razionale spiegazione a questo fenomeno. Certo se vuoi cercare una risposta su chemtrailcentral o educateyourself sentirai parlare solo di un black beam generato da chissà quali velivoli/armi di chissà quale governo. Ti invito pertanto a confrontare quanto hai osservato con quanto riportato rispettivamente QUI, QUI e QUI. In generale cerca "contrails shadow" su google e troverai altri esempi completi di spiegazione. Se l'aereo da te avvistato era allineato con il sole (a quell'ora puntava forse verso la direzione te indicata???) ma procedeva in direzione opposta ed inoltre era presente sotto la quota di volo dell'aereo con scia un leggero cirrostrato (non visibile ad occhio nudo) ecco che il fenomeno poteva prendere forma.Per il resto delle tue considerazioni sulla mia persona pensa tranquillamente a quello che vuoi.

Giovanni ha detto...

Arrivo un po' tardi nella discussione sui "black beams", ma vorrei dare il mio contributo con questa pagina

http://antwrp.gsfc.nasa.gov/apod/ap070603.html

AMD ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AMD ha detto...

Arrivi tardi, e non ci sarebbe nulla da ridire....ma arrivi male, perchè il link che posti non ha nulla a che vedere col fenomeno che ho descritto; il tuo "contributo" è semplicemente deviante e disinformativo.

Giovanni ha detto...

@AMD
perché non centra nulla?
Perché sarebbe deviante e disinformativo?
Non è forse un "black beam" anche quello?
Per quale motivo ti arroghi il diritto di decidere cosa sia informativo e disinformativo?

Giovanni

AMD ha detto...

Ho fatto un salto un pò di righe più su per tornare a esaminare meglio questo blog, quello i cui autori dei commenti il prof, con la sicumera che gli è tipica, ha definito "quattro imbecilli".
Nell'angolo in basso a sx della prima foto c'è una radura; spostandosi da qui con lo sguardo verso destra si trovano due alberi, in primo piano, le cui chiome sono in ombra per circa 3/4 (o forse più) del loro volume: non è necessario essere laureati in fisica ottica per capire che il punto luce - cioè il sole - si trova a dx di 45 max 60° rispetto ad un riferimento centrale, com'è evidente anche dall'ombra della chioma proiettata sulla radura stessa; la direzione del raggio, perciò, se fosse un'ombra, sarebbe totalmente incongruente con la posizione del sole, poichè tale raggio forma un angolo, sempre rispetto al riferimento centrale, nettamente più ampio e che io in tutta franchezza stimo di almeno 120°.
Passando alla seconda foto, con il contrasto accentuato, come l'autrice commenta si evidenziano altri raggi neri sullo sfondo - lei dice "several"(diversi), io per sicurezza ne conto due; a differenza del primo, in corrispondenza/collimazione di questi ultimi non c'è alcuna scia o nuvola, nulla di nulla - quindi quale ombra, pur incongruente col punto luce, staranno mai proiettando??
Ma la cosa incredibile è un'altra ed è davvero clamorosa:
misurando con un righello millimetrato le distanze minime tra il primo raggio ed il secondo e tra il secondo ed il terzo, quest'ultima è esattamente la metà della prima; sembra proprio che si sforzino di rispettare la legge della prospettiva per la quale sono EQUIDISTANTI....
...ma tu guarda che singolare coincidenza, che bizzarro scherzo della natura...nevvero, prof???
Considerando poi tutti i 17 commenti devo ammettere che questi anglosassoni hanno dato davvero prova di un equilibrio e di una circospezione notevoli, molto attenti a non sbilanciarsi, a non pronunciare assolutamente il termine tabù "chemtrail", anzi, sempre "contrail" - quindi perchè sarebbero "quattro imbecilli", prof?? - e "shadow" è stato scritto una sola volta e come interrogativo dall'autrice del post; i primi 15 sono stati scritti entro le 48 ore, praticamente tutti di circostanza e neutri, ma l'ultimo (dopo quasi 2 mesi) scrive..."ne ho visto uno di questi raggi neri...anche mia madre...era in un cielo azzurro terso, con nessuna scia nelle vicinanze, è durato solo 3 secondi e poi è svanito, come se qualcuno l'avesse spento"...
...ma porcapuzzola, prof, proprio a me doveva capitare la stessa identica cosa???.. ..eppure io ce l'avrei un pezzettino-ino-ino di scia al quale attaccarmi per poter affermare.."cazzarola, ha fatto una di quelle ombre che mi è arrivata fino in Croazia da una parte, e dietro l'Appennino dall'altra (minchia, due soli??? O_O), e nonostante avessi il sole a picco!!(mi leggi quando scrivo prof??, questa è la 2^ volta che digito "a picco")..invece questo ragazzone americano, nella sua puritana schiettezza scrive "a clear blue sky"..O_O...beh, insomma, scrivigli qualcosa, dagli una bacchettata secca, di quelle che fendono l'aria a mò di katana, e come si permette??

...ma poi, prof, quando rispondi ad Acar:

"ce ne fosse una, dico una sola di queste foto in cui l'ombra (perché tale è) non è parallela ai raggi del sole...
Basterebbe per smentire il fatto che si tratti di un'ombra."

infatti ci sono, sia quella col container e il cerchio rosso (col sole abbastanza alto, vedasi l'ombra della falda del tetto) che quella (ben nota) postata da me, che non ha assolutamente una luce crepuscolare e nella quale Acar fa carte false travisando ogni principio di tridimensionalità...ma soprattutto, ed è quello che conta, è che, caro lo mio prof - ribadisco (3^ volta), io il sole ce l'avevo a piiiiccoooooo...

Cià, prof

AMD ha detto...

@Marcovi

Innamorarsi della propria opinione, voler cercare a tutti i costi una spiegazione razionale e plausibile per indirizzare la conclusione, ignorando patentemente la descrizione puntuale e precisa del caso in oggetto - cioè ciò che ho scritto più volte ed in modi diversi - cosa che continui a fare imperterrito, non ti fa certo onore, anzi, è nettamente peggiorativa delle tue facoltà di analisi ed osservazione - se ognuno di noi si parlasse o scrivesse col proprio dialetto non si capirebbe una parola, ma credo di usare l'italiano in una maniera chiara che non lascia spazio ad interpretazioni esotiche di alcun genere.
Le foto che hai postato, insieme alla descrizione che fai di un ipotetico fenomeno nelle righe che seguono, non hanno nulla a che fare con le condizioni di avvistamento nelle quali mi trovavo - odio ripetermi ad oltranza - ed inoltre, col "leggero cirrostrato non visibile ad occhio nudo" hai raggiunto (se non te ne fossi accorto) le mitiche vette strakeriane - dove il "nostro" sproloquiò di "scie invisibili";
grazie a Dio ho ancora una vista perfetta e non sarai certo tu (o uno di questi spacconi/fregnoni che vengono a postare qui) a mettermi gli occhiali del pregiudizio e del condizionamento.

Per il resto - e per carità di patria voglio concludere qui - non mi hai ancora risposto sul fatto di volerti confrontare o meno con i due testi che erano lì con me.

MarcoVi ha detto...

@Giovanni

Grazie per la segnalazione e benvenuto sul blog.

AMD ha detto...

@ Marcovi

Ho letto la prima risposta che hai scritto e poi corretto, per me è buona quella...
..molto bene, consolati con questo, bastano i primi 20 secondi.

MarcoVi ha detto...

@AMD

Ho cancellato quella parte perchè volevo risponderti in maniera più esauriente anche sul discorso della possibile invisibilità dei cirrostrati ma penso che alla fin fine non ne valga la pena.

Avevo semplicemente scritto che la conferma di quanto da te osservato da parte dei 2 testimoni non cambia di una virgola la mia opinione cioè che si tratta di un'ombra (ma non di vino)...niente di più niente di meno...

cieliazzurri ha detto...

Tempo fa fotografai questa spettacolare scia:

http://tinyurl.com/n4xdtt

http://tinyurl.com/nrfprd

Ho osservato il fenomeno altre volte sempre nello stesso punto.
La prima volta che lo vidi rimasi stupito. Successivamente capii che si trattava di un fenomeno spettacolare ma normale, l'ombra della scia.

AMD ha detto...

@Marcovi

..ma certo che non ne vale la pena, avvitarti in questa storia dei "cirrostrati invisibili" è degno del miglior Tafazzi e non farebbe altro che sprofondarti sempre più nelle sabbie mobili in cui ti sei cacciato.

Riguardo poi alle mie abitudini alcoliche - così pure i fregnoni che ospiti su questo blog si fanno un'idea di che tipo sono - bevo 3/4 di bicchiere di vino solo a pranzo, la cena io la salto quasi sempre.

AMD ha detto...

Ecco che arrivano le truppe cammellate in soccorso dell'amico in difficoltà...

...cieliazzurri, sei davvero patetico.

cieliazzurri ha detto...

Se non è l'ombra cosa è? Un raggio della morte? Magari è così, ma va dimostrato con prove forti e inattaccabili. In attesa di tali prove, l'identificazione migliore e più plausibile è che si tratti di una banalissima ombra.

MarcoVi ha detto...

Ipotesi alternative all'ombra:

1.Raggio della morte di Nikola Tesla con cui è stata distrutta Tunguska

2.Il capitano Avatar della serie Starblazers che sta per azionare il cannone ad onde moventi

3.Uno sciame di nanomunghi

Altri suggerimenti?

Nico ha detto...

Scusate ma alle volte mi viene una ridarella irrefrenabile...

AMD, ma le prove che le scie di condensa contengono altro che (appunto) condensa, quand'è che sto benedetto movimento le porta?

Sono 15 anni che sentiamo solo chiacchiere.

AMD ha detto...

@cieliazzurri

se c'è qualcosa di "banalissimo" in tutto quello che si è scritto finora, quello sono i tuoi interventi da peracottaio con la maschera da scienziato, aggravati dal fatto che dimostri di non aver letto (o hai letto e fai finta di nulla??)le condizioni in cui ho avvistato il fenomeno, e ciò è anche una grave mancanza di rispetto nei miei confronti - io a queste cose non ricambio mai alla pari, ci metto sempre il carico; sei solo il capo-giullare di una manica di buffoni che stavolta sono stati presi clamorosamente in castagna e non sanno letteralmente che cazzo dire o fare(dove sarà mai il prof??)
Tu devi dimostrare che quella che ho visto è un'ombra col sole a picco, la frittata valla a rivoltare in faccia a Marcianò, che è molto più comodo e facile, razza di pusillanime che non sei altro.
E poi quel nick idiota che ti sei dato mi ha sempre puzzato cadavericamente di DISINFORMACIJA bella e buona.

Addio, bagongo.

Nico ha detto...

Marco, capisco quello che mi dicevi una sera a cena.. capisco..
Comunque ti ripeto che non devi sentirti sconfortato, anzi. Quello che provi è indice di persona che sa crescere e accettare i proprio "errori".. che poi sono solamente questioni di fiducia e a chi la riponiamo. Finisce sempre che c'è qualcuno con un metro di giudizio fuori-scala che poi non riesce a capire di trovarsi fuori dal mondo.
Ricorda che avanzi una birra.

Riccardo ha detto...

Interessante. Avete capito? Il sole "a picco" (che cavolo vorrà dire poi a picco? allo zenit? Ma alle nostre latitudini allo zenit non ci passa mai...) comunque, dicevo, il sole a picco non fa ombra. Geniale.

AMD ha detto...

Marco redento.
Amen.

@prof
Guardati, sei un vero poraccio, sul serio (a forza di giocare coi robottini come poteva andare altrimenti??)
Squallido.

MarcoVi ha detto...

@AMD

una discussione costruttiva con te è impraticabile. Ora che ti sei sfogato per bene praticamente verso tutti ti chiedo cortesemente di evitare ulteriori commenti su questo blog.

cieliazzurri ha detto...

Il simpatico commento di AMD, condito da tante vivaci parole, mi ricorda che..

..si cerca di demolire l'interlocutore quando non si hanno argomenti per demolire le sue tesi :)

AMD ha detto...

Compitino per lo scienziato "cieliazzurri"

Si dimostri che:

Dati:
-un'altezza del sole sull'orizzonte di circa 70°(42°,27'N-14°,12'E; 30 Maggio, hh:12.30 solare)
-un segmento di scia della lunghezza stimata di non più di un chilometro
-un cielo pressochè terso(alcune nuvole sparse)

Ipotesi:
-tale segmento proietti un'ombra a forma di raggio, con direzione parallela al terreno NE-SO, estesa da orizzonte a orizzonte.
-tale ombra sia successiva di alcune decine di secondi alla produzione di tale segmento, ed abbia la durata di non più di 30 secondi, nonostante tale segmento persista nel cielo per almeno 5 minuti.

Prego, "cieliazzurri".

markogts ha detto...

AMD, e che ce vo'? Proprio il fatto che sia durato così poco è la prova definitiva che si trattava di ombra. L'ombra c'è sempre, ma per poterla vedere deve succedere un allineamento particolare.

Faccio un passo indietro: se la scia è un segmento di spessore piccolo (ma non trascurabile), l'"ombra" sarà un volume d'aria trapeziodale (anzi quasi rettangolare, data la distanza del Sole) di pari spessore. La scia stessa è il lato superiore del trapezio/rettangolo. L'ombra al suolo è la sua base. Ok? Bene. Se la scia è lunga un km (e francamente, fossi in te, non mi sbilancerei senza un po' di foto e calcoli trigonometrici, a fare queste stime: stiamo parlando di cose che non sono facili da stimare ad occhio), ma spessa, poniamo, dieci metri, il volume trapezoidale avrà dunque:
-una lunghezza di un km
-un'altezza di dieci km
-uno spessore di dieci metri

cioé lo spessore è qualche decimillesimo rispetto alle altre due dimensioni!

Allora, io guardo questo volume di aria meno illuminata. Se lo guardo da un angolo qualsiasi, la luce che entra nella mia retina guardando una qualsiasi direzione sarà composta da tot km (pari alla visibilità di quel giorno) di aria normalmente illuminata MENO quei dieci metri di spessore di aria non illuminata. Cioé, non vedo nessuna differenza se ci aggiungo o tolgo dieci metri di spessore. Viceversa, quando si arriva al perfetto allineamento tra questo volume d'aria e l'osservatore, ecco che la luce incidente sulla retina proviene da quei tot km di visibilità, di cui una bella porzione (10%? 50%? vedi tu) è NON illuminata, perché appunto sotto la scia. La cosa però dura poco, perché il vento in quota e il movimento del Sole spostano l'ombra: l'osservatore non sta più complanare al piano in cui giace la zona di aria "scura" ed il fenomeno svanisce. Per te, però: un altro osservatore posto più a dx o sx vedrà il fenomeno più tardi o prima di te.

Riccardo ha detto...

Grazie, markogts, vedo che sei venuto a dar manforte a noi che eravamo in difficoltà (!?!)

Temo però che il termine "complanare" possa risultare un po' ostico a chi non sa distinguere un'ipotesi da una tesi, ma pretende comunque di pontificare.

AMD ha detto...

Più venite a scrivere e più vi sputtanate, ed io non faccio altro che gongolare a vedere accatastamenti di cazzate come questo appena qui sopra....ma, sinceramente, non è che la mia giornata si edifichi molto in questo modo.

Il quesito, comunque sia, è stato rivolto specificatamente a "cieliazzurri".

Nico ha detto...

Rimane sempre il fatto che le scie non sono chimiche perchè non è provato che ci siano composti chimici all'interno..

Non capisco questo fasciarsi la testa continuo.

Salire in quota.
Prendere campione.
Analizzare campione.

Solo acqua? Ok, fine della storia.
Bario al Polimero in salsa di Nanomungo? Ok, è chimica.

Fino a quel momento, son tutte cazzate...

AMD ha detto...

Doverosa aggiunta ai Dati del quesito per "cieliazzurri":

-altezza segmento scia: circa 105°
-rotta dell'aereo che lo ha generato: NE (in perfetta collimazione col fenomeno oggetto della dimostrazione)

markogts ha detto...

-altezza segmento scia: circa 105°

Dalle mie parti lo zenit è a 90°. I 15° in più dove stanno?

-rotta dell'aereo che lo ha generato: NE (in perfetta collimazione col fenomeno oggetto della dimostrazione)

Sarà mica che quello che tu chiami "collimazione" sia proprio la complanarità di cui parlo io?

Non è che potresti fare un disegnino? In che direzione guardavi?

markogts ha detto...

Eccoti uno schema di appoggio per la mia spiegazione.

Il quadrangolo 5-6-7-8 è il volume trepezio/rettangolo dove l'aria riceve (e diffonde) meno luce perché è in ombra della scia. L'ombra si staglia dalla scia al suolo.

LOS-A è la Line Of Sight dell'osservatore A. Il tratto 3-4 è l'intersezione di questa LOS con il volume di aria in ombra. Questo tratto 3-4 ha lunghezza di pochi metri, quanto la larghezza della scia. Nel caso di B, invece la LOS se ne sta nel piano 5-6-7-8: chiaramente, il tratto 1-2 di LOS-B in ombra è lunghissimo, quanto la stessa scia (svariati km). Questo vale per tutte le LOS tracciate da B che intersechino il volume 5-6-7-8.

Di conseguenza, L'osservatore vede una striscia scura, un'ombra, apparentemente disposta da 5 a 7.

In questa situazione, La scia e l'ombra puntano entrambe verso il Sole e B giace sul prolungamento dell'ombra 6-5 della scia al suolo. Come puoi capire, la durata di una simile coincidenza di fattori non può essere elevata: appena il vento sposta la scia e la sua ombra fuori dall'allineamento con B, è tutto finito.

Così puoi anche bene capire perché in questa foto già linkata, solo il tratto di scia prima della virata faccia un'ombra. O meglio, solo quel tratto di scia ha l'ombra complanare con l'osservatore.

AMD ha detto...

Impazzire.

"cieliazzuuuurriiiiiiiii"

Fioba ha detto...

Vado in OT. Vi segnalo il nuovo post sul Cialtrone che istiga a non donare sangue:

http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2009/06/donazioni-di-sangue-gli-sciacalli-di.html

Ciao

Fioba

Fioba ha detto...

Ho aggiornato il Post con le ultime novità:

http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2009/06/donazioni-di-sangue-gli-sciacalli-di.html

Gli aggiornamenti sono in fondo al Post.

Massimo